Sughetto allo scoglio ( in attesa degli spaghetti)

Il sughetto allo scoglio, che speso accompagna gli spaghetti, è uno dei condimenti legati ai primi di pesce più richiesti e ricercati. Di seguito,vi propongo la mia versione personale dell’esecuzione di questo piatto che  di per se è semplice, ma che spesso può celare qualche insidia nella buona riuscita finale. Vediamo di seguito la preparazione.

Ingredienti ( preparazione per 4 persone):

  • 1 kg di cozze
  • 1 kg di vongle veraci
  • 500 gr di gamberetti ( io suggerisco di usare quelli rosa)
  • 3 calamari di media misura
  • uno spicchio di aglio
  • un  ciuffo di prezzemolo
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco
  • sale e pepe 
  • olio evo

Preparazione:

Iniziamo la preparazione di questo piatto pulendo e lavando le cozze e le vongole veraci ( facendo particolare attenzione a queste ultime che spesso possono contenere tracce di sabbia all’interno del guscio), e, una volta che sono pronte, le lasciamo a bagno, quindi puliamo i calamari, e sgusciamo i gamberetti. A questo punto, mettiamo in due pentole con poca acqua, sia i mitili che le vongole, e le lasciamo “andare ” a fuoco basso finchè i gusci non sono completamente aperti. Nel frattempo, muniti di un tagliere e di un coltello affilato, tagliamo i calamari in striscioline sottili. A questo punto, facciamo un trito fine di aglio e prezzemolo, lo mettiamo in una wak insieme a dell’olio extravergine di oliva, e lo facciamo leggermente profumare, lasciandolo alcuni minuti sul fuoco basso, quindi lo sfumiamo con mezzo bicchiere di vino bianco. Adesso aggiungiamo in casseruola i calamari, rimescoliamo, e li facciamo cuocere alcuni minuti; dopo di che, uniamo i gamberetti, e per ultimi i muscoli e le vongole. Ovviamente prima di unirli agli altri ingredienti li priviamo del guscio e ne tritiamo grossolanamente almeno la metà. Facciamo cuocere per altri 5 minuti irrorando il tutto con l’acqua di cottura delle vongole, quindi aggiungiamo una bella spruzzata di pepe e, se necessario, correggiamo di sale…. et volià, possiamo buttare gli spaghetti… se avete voglia di provare un classico della cucina italiana, preparate questa ricetta e… fatemi sapere!!!

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *