Le frittelle di baccalà

In questa tiepida domenica autunnale, vi presento un piatto antico che rappresenta a pieno Genova, al mia amatissima città: Le frittelle di baccalà. E chi è genovese, solo leggendo il titolo, probabilmente penserà, in maniera quasi automatica alle vecchie e bellissime friggitorie di Sottoripa, al delizioso profumo di fritto che si univa all’aria salmastra, che creava quell’atmosfera magica che solo la Superba ci sa regalare. Vediamo di seguito la preparazione.

Ingredienti ( preparazione per 4 persone):

  • 400 gr di baccalà
  • 300 gr di farina tipo 00 
  • 200 ml di acqua gasata
  • olio di semi di girasole 
  • sale qb

Preparazione:

Iniziamo la preparazione di questo piatto dalla pastella. Mettiamo in una ciotola dai bordi alti 300 gr di farina, e, mescolando sempre, con un frusta manuale, aggiungiamo a filo 200 ml circa di acqua gasata, creando una pastella che non deve essere ne troppo densa ne troppo liquida. Quindi la lasciamo riposare per circa un’oretta. Trascorso questo tempo, vi immergiamo i pezzi bi baccalà ( io non amo farli esageratamente grandi), e li pastelliamo bene. Nel frattempo, mettiamo sul fuoco una padella da frittura con abbondante olio di semi di girasole, e, quando raggiunge la temperatura giusta ( intorno ai 180 gr), immergiamo i pezzi di baccalà pastellati e li friggiamo girandoli da ambo i lati in modo che ottengano una doratura uniforme. Una volta che sono pronti, li scoliamo sulla carta assorbente, aggiungiamo pochissimo sale ( in quanto il baccalà è già saporito di suo), e  gustiamo le frittelle appena preparate belle calde. Se avete voglia di gustare un piatto delizioso, che può essere considerato uno street food di altri tempi, provate questa ricetta e…. fatemi sapere!!!!!

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *